Il giardino di plastica

  • 03_FOTO_INGRESSO
  • 08_FOTO_GIARDINO
  • 07_FOTO_GIARDINO
  • 09_FOTO_PERGOLATO1-640×927
  • 04_FOTO_AIUOLA
  • 05_FOTO_FIORIERE
  • 06_FOTO_PERGOLATO
  • 10_FOTO_PERGOLATO
  • 11_FOTO_QUADRO
  • 01_PLANIMETRIA
  • 02_PROGETTO1-640×932
 

Concorso Giardini & Terrazzi

Parco delle Emozioni Bologna 2003

 L’idea progettuale vuole unire due materiali in antitesi tra loro, che solitamente non sono abbinati: la plastica e le piante.

Il giardino nel suo insieme è molto innovativo nel particolare uso dei materiali, andando oltre al concetto del riciclaggio (trasformazione di un oggetto in un altro di forma diversa) ma puntando sul riutilizzo dei materiali (mantenendo la stessa forma dell’oggetto ma cambiandone l’uso).Le geometrie di base sono: l’esagono del gazebo, il quadrato dell’area espositiva ed il triangolo equilatero, sovrapposto ad essa con l’angolo minore orientato su un vertice del quadrilatero.

Il giardino viene sviluppato in altezza tramite il gazebo in ferro e due piccoli rilevati, posti ai vertici del quadrato contenuti, verso l’esterno, da bidoni di plastica colorata mentre degrada dolcemente verso il centro.

Progettista: Dimitri Montanari

Permalink